Giornata Internazionale della Vitiligine | Poliambulatori San Raffaele

Giornata Internazionale della Vitiligine

Contenuto

Nel mondo riguarda quasi 100 milioni di persone. È la vitiligine, alterazione cutanea, caratterizzata da aree di depigmentazione, che si manifesta con chiazze bianche sulla pelle. Ad essa è dedicato il 25 giugno, “World Vitiligo Day”. L’iniziativa, che si svolge ogni anno dal 2011, ha come obiettivo quello di aumentare la conoscenza ma, soprattutto, combattere il pregiudizio che si annida intorno.

Quali sono le cause e come classificarla

Le cause alla base della vitiligine non sono ancora state definite, ci sono diverse teorie, le più importanti sono l’autoimmune, la neuroumorale, e l’autocitotossicità. È probabile che ciascuna di esse possa parzialmente contribuire alla sviluppo della malattia con un simile risultato: la comparsa di macchie bianche sulla pelle.

La vitiligine può essere generalmente suddivisa in una classificazione di quattro tipi:

  • Universale, che interessa la totalità del corpo;
  • Generalizzata, in cui le macchie spesso progrediscono in modo simile sulle corrispondenti parti del corpo, comprendono quasi il 70%;
  • Segmentale, quando le macchie compaiono solo su un lato del corpo. Tende a verificarsi in giovane età, progredisce per un anno o due e poi si interrompe;
  • Localizzata (focale), dove le macchie sono numericamente ridotte e in genere non cambiano molto nel tempo.

Diagnosi ed esami consigliati

Il dermatologo diagnostica la vitiligine dopo un esame completo della pelle del corpo. Nei casi in cui sussista un’ambiguità, esegue la diagnosi differenziale attraverso una biopsia cutanea, il prelievo di un frammento di pelle seguito dalla sua analisi microscopica.

Forme specifiche di vitiligine possono richiedere un esame del sangue o indagini da altri dispositivi medici:

  • nel caso di vitiligine generalizzata e universale si dovrebbe procedere all’analisi di eventuali disturbi della tiroide e malattie autoimmuni così come indagini uditivi e oftalmologiche possono essere altrettanto utili per completare il quadro clinico;
  • nel caso di vitiligine localizzata di solito non vengono richiesti esami del sangue o altri esami medici.

In conclusione si può affermare che non vi è alcuna ripercussione patologica sui pazienti affetti da vitiligine, il danno è di natura prettamente estetica. Per questo motivo, la vitiligine potrebbe far insorgere disturbi a livello psicologico ed emotivo, come imbarazzo o forte stress. Per alcuni pazienti il trattamento psicologico può sia migliorare l’autostima sia produrre risultati clinici, soprattutto quando lo psicoterapeuta partecipa direttamente alle attività di reparto condividendo con il dermatologo la gestione del problema del paziente e di tutte le altre variabili collegate.